Elezioni, le più belle foto della festa

Con la megafesta PD di mercoledì al Centro Allende si è chiusa l’ondata di party post elettorali. Di seguito, li scatti più belli!

1. Follo, trionfo di Giorgio Corrado Fumagalli. Plebiscito per il sindaco uscente di Follo Giorgio Corrado Fumagalli, che ha festeggiato in modo fin troppo eloquentemente raccontato dalle foto. Pomo Pomello si è leccato le ferite, il mitico Giorgio ben altro. Nella foto sulla destra: il sindaco con un responsabile del Nucleo Emergenze.

giorgio corrado fumagalli

2. Beppe Grillo ospite di Jean Pedrone ad Ameglia. Bellissima vittoria ad Ameglia per il candidato vicino al centrodestra Jean Pedrone, del quale avevamo erroneamente suggerito il decesso in seguito a un’inondazione. Festa grande per il botto, con l’amico di Jean, Matthew Cozzani, ma soprattutto con il grande Beppe Grillo, esponente grillino, che ha intrattenuto i presenti dichiarando a più riprese “Sono oltre Jean Pedrone”.

beppe grillo

3. La gioia di Stefano Satrapi. Stefano Satrapi ancora non crede di essere stato eletto in Europa con la lista Tsipras. Infatti non è stato eletto. In questa foto, tutto il felice disagio per essere vicino vicino a uno sconosciuto pettinato come Antonio Razzi.

razzi

4. Festa PD: Claudio si vanta di essere diventato consigliere. Alla festa PD dell’Allende il Gov. Burlando si compiace d’esser diventato consigliere comunale a Vernazza. Così ha riferito l’interprete sudanese del cordiale neoeletto. Una parola gentile anche per Brando: “Auagye!”

claude

5. Festa PD: vittoria, ovvero groupies. Dall’alba del mondo, vittoria fa rima con fascino, e fascino fa rima con sessualità copiosa. Si scrive lussuria, si legge groupies. Non c’è bisogno di altre parole, evviva Brando!

groupies

6. Festa PD: screzi tra correnti. Democratici spezzini in festa, ma le correnti continuano a litigare. Ecco il militante Steven Brizzolati, dei “giovani curdi”, che, approfittando di un momento di stanca, fa non uno, bensì due, DITI MEDI a un attempato seguace della linea Lusi. Episodio censurabile. Per fortuna le tensioni si sono assopite a fine evento con l’attesissimo Fecal Big Party. Occhio a non fraintendere: non è esattamente una festa, più una specie di gioco.

delucchi diti

7. Festa PD: la politica è tenersi in forma. A corto di argomenti, il segretario provinciale PD Mike Le Luci ha illustrato ai presenti come sia non soltanto possibile, ma doveroso, fare step durante un comizio. Sono scattate purtroppo le pezze alle ascelle, seguite a ruota da un laghetto, pulito con solerzia da alcuni lavoratori sottopagati. Seguendo la linea Renzi, gli addetti sono stati retribuiti dalla segreteria con buoni pasto da spendere al Brico.

ste pezzato

8. L’anziano di Ravanate mascotte della Orlandi. L’anonimo anziano ospite della casa di riposo di Ravanate, incontrato dal giovane Brando nel corso della campagna elettorale, è diventato una vera e propria mascotte del PD, tant’è che, in veste di azzeccatissimo e apprezzato portaculo, è stato ospite di grido della festa post elezioni di Professoressa Orlandi, neosindaco di Arcola. Giubottino trapuntanto per combattere il freddo, figlio dei suoi 93 anni, toni pacati, vuoti di memoria, l’anziano ha intrattenuto gli arcolani raccontando di come non potè combattere la Resistenza perché era in Erasmus. Si è guadagnato il simpatico soprannome di “cinese” per la straordinaria abilità nel costruire borsette di pelle tarocche. Nella foto anche l’ex major George Linvingston.

l'anziano di ravanate

9. Castelnuovo, il rituale della prostata. Sconfitto alle primarie del centrosinistra per correre come sindaco di Castelnuovo, l’esponente PD Manuele Micotchi si è preso una simpatica rinvincita sul neosindaco Daniele Moltobello. Infatti, com’è tradizione, Micotchi in qualità di perdente alle primarie ha fatto l’augurio al fresco primo cittadino con un esame alla prostata. Che, diciamocelo, male non fa e prima o poi tocca. Nella foto, gli istanti precedenti l’incursione.

prostata

 

Omar Bozo