Le Luci (PD): “Giusto fare le primarie, ma è meglio fare i primari”

img_64807

Schietto, sincero, praticamente tronista, anche se molto meno sudato e ancor più fisicato. Parliamo di Mike Le Luci, segretario provinciale del Partito Democratico, che nelle scorse ore, con una breve dichiarazione, ha confermato la sua buona fama. L’argomento? La sanità. Interpellato su questioni velleitarie come il nuovo ospedale e i malati di tumore che pretendono di morire tra mille confort, mentre i giovani, non esauditi, pregano invano le istituzioni per avere una casetta vista mare, il bravo Le Luci ha incantato i cronisti con questa considerazione: “Nel PD parliamo spesso di primarie, e va bene. Ma non dimentichiamoci che l’importante non è fare le primarie, ma i primari. Mettere i dottori giusti, nel posto giusto. Una cultura che purtroppo non è più così forte come in passato,ma che non dobbiamo perdere. Il potere è tale se è capillare e se la tessera o l’amicizia viene prima di tutto”. Il segretario ha annunciato che presto verrà lanciato un hashtag del tipo #fareiprimarinonleprimarie. Il Movimento Cinque Stelle non ha preso bene l’uscita di Le Luci: “Una cosa vomitevole, – ha dichiarato il leader pentastremato Ivano Merenda – pensiamo a uno che deve operarsi di emorroidi che si fa operare da uno che è messo lì non perché è il migliore ma perché è del PD. Questo malato di emorroidi sarebbe preoccupato. Dove potrebbe andare per farsi operare con sicurezza? E, già che ci sono, quanto dura la convalescenza? Fa male?”. Un Merenda davvero infuriato, che ha rilasciato queste dichiarazioni stando in piedi.

Fausto Minali