S. Stefano, Mazinga stremato: “Max Gazzè vuol venire anche quest’anno, chiama di continuo”

mazinga

Tra gli ospiti fissi dell’estate culturale di Santo Stefano Magra degli ultimi anni, c’è stato Max Gazzè. Un rapporto ormai decennale, che lo ha visto esibirsi tra parchi comunali e ex area Ivana Vaccari. L’artista, ormai senza più risorse, letteralmente finito, da qualche anno suona solo a S. Stefano per la bontà d’animo dell’amministrazione comunale, che è arrivata anche a pagare dei ragazzini per andare ai concerti. Ma adesso la misura è colma, siamo in spending review, la beneficenza è finita. Max, però, non lo capisce e, visto che non ha ancora ricevuto convocazioni ufficiali, continua a bombardare di telefonate (personalmente, il suo agente lo ha mollato per andare a gestire l’immagine di Gatto Panceri, pensate un po’) il sindaco di S. Stefano, Juri Mazinga. Lo sfogo del primo cittadino su SS: “Non ce la faccio più, Max chiama anche venti volte al giorno, e se non rispondo io chiama gli assessori o addirittura nelle case dei santostefanesi, chiedendo loro di uscire a cercare il sindaco e passarglielo. Vuole venire anche quest’anno, dice che gli bastano 30mila euro. Un’ossessione, non può andare avanti così, è pesantissimo. L’anno scorso, poi, ha fatto un casino. E’ venuto a suonare portandosi dietro Asia Argento, la sua fidanzata. Hanno voluto incontrare i bambini delle elementari per fare gli splendidi. Un bambino ha chiesto ad Asia perché parlasse con quella voce da vampiro e lei gli ha sputato in un occhio. I genitori hanno fatto causa al Comune”. Secondo indiscrezioni di ambiente renziano, il sindaco Mazinga avrebbe dato a Max il numero del sindaco Alex Cavanda per chiedergli una serata di 6-7 ore al Festival della Mente. Pare che Gazzè abbia sì telefonato al primo cittadino di Sarzana, domandandogli però di fare pressione su Mazinga per suonare ancora a S. Stefano. Una fissazione.

Omar Bozo