La Marina alla gente di Marola: “Guardate che alla lunga il mare stanca”

Prosegue il dibattito sulla restituzione del fronte a mare di Marola ai residenti da parte della Marina. A intervenire proprio i vertici militari, che hanno mostrato la consueta apertura. “I marolini non fanno altro che chiedere di poter riavere il fronte a mare – così in una nota scritta con il sangue dei caduti di Premuda – ma forse non sanno cosa vuol dire. Noi vogliamo metterli in guardia, per spirito di servizio: il mare, cari marolini, alla lunga stanca, annoia. Vai al mare a mezzogiorno, e come se fossero passati dieci minuti sono già le sei. Sei stanco, torni a casa, tutta la sabbia sul pavimento, e per quanto si possa stare attenti, si sporca, e nessuno francamente ha voglia di andare a pulire tra le mattonelle. Lo diciamo per voi eh, poi se volete insistere… Uomo avvisato mezzo sparato”. Ad ogni modo, sul fronte restituzioni alla città la Marina ha fatto tanto. La settimana scorsa, per esempio, ha consegnato alle scuole elementari spezzine decine di barili contenenti sostanze fosforescenti: saranno utilizzati come addobbi natalizi. E ancora, dopo aver presentato una risentita mozione, il consigliere Paul Chariot (PD) ha visto restituirsi dal Comando Marittimo Nord un cd dei Ragazzi Italiani non bellissimo ma al quale è tanto affezionato.

Paolo Frates