Aria Festival, a Vernazza la rassegna dei petomani

E’ stato presentato ieri con un po’ di vergogna (leggi qui l’articolo di Selene Rinco) Aria Festival, il grande appuntamento dedicato ai petomani in programma a Vernazza il 19 e il 20 dicembre. Tra gli scoreggioni internazionali più attesi, il grande Gino Paoli con il suo progetto musicale “Prolasso d’amore”. L’anziano cantautore ha promesso: “Mi sforzerò per il pubblico, mi sforzerò tantissimo”. Per l’intera durata della manifestazione a turisti e curiosi saranno somministrati legumi, per fare atmosfera. Soddisfatto il guardiano del Parco, Luca Sinceri Auguri di Buon Natale: “Alle 5 Terre dobbiamo promuovere un turismo di qualità, non di massa. – ha spiegato – Grazie a eventi come Aria Festival è più facile tenere lontane le grandi masse di turisti, alle quali giustamente certo odore da fastidio, un sentimento che rispettiamo”. Al settimo cellophane anche il presidente del Parco, Vittorio “Alè” Sandro: “Fa piacere passare dalle lotte intestine con Riomaggiore – ha assicurato – alle lotte intestinali in compagnia di grandi professionisti del peto”. Nella due giorni di musica sfinterica, che si terrà all’interno della chiesa sconsolata di S. Maria Non Areata, saranno allestiti i banchi agricoli dei GAS. Da non perdere il dibattito “Con la cultura si mangia, ma con quest’odore è dura”. Novità di quest’anno l’Aria Kontest, che beffardamente invita i giovani a inviare le foto dei loro peti migliori. Al vincitore andrà un piatto di lenticchie.

Omar Bozo