Castelnuovo fuori dal Parco, Montebello: “Prometto che non faccio più quella cosa che mi apro l’impermeabile”

Castelnuovo fuori dal Parco di Montemarcello: lo ha deciso l’assessore regionale Jean Pedrone, è la prima cosa che gli è venuta in mente quando si è svegliato dopo essersi scrollato di dosso un grappolo di assistenti ungheresi. Una scelta che rientra in quella volontà di razionalizzazione che consentirà all’ente di diventare non più un posto dove piazzare gli amici degli amici, ma soltanto gli amici davvero importanti, quelli che su Facebook hanno la stellina, insomma. Per comunicare la decisione, così, una delle assistenti asburgiche si è presentata come ologramma, per fargli gola, al sindaco di Castelnuovo Daniele Montebello. “Siete fuori dal Parco”, gli ha detto, per poi smaterializzarsi e tornare in mandria. Al primo cittadino castelnovese è venuta la bava alla bocca dalla rabbia, anzi più che altro aveva la bava alla bocca perché gli piaceva l’assistente, però poi, vista la spinosa situazione, ha idealmente modificato il significato della salivazione, senza passare nemmeno in conferenza dei servizi. “E’ una vera ingiustizia buttarci fuori dal parco – ha dichiarato il sindaco figurandosi la Maggiolina nella sua mente bambina -, vorrei che Jean Pedrone ci ripensasse. Gli prometto che non farò più quella cosa brutta di aprirmi l’impermeabile all’improvviso, senza niente sotto, di fronte alle signore. Giurin durello”. Una condotta che ha fatto arrabbiare tantissime donne anche perché Montebello quando fa queste cose tiene sù lo slippino: o vai fino in fondo o niente. Ma, cari signori, questo è il Pd targato Renzi.

Omar Bozo