“Donerò ai terremotati i milioni avanzati al Fantacalcio”

Pare che i soldi inviati ai terremotati via sms, in realtà, arrivino davvero ai terremotati, ma questo non ha fermato gli spezzini, che in questi giorni ne hanno inviati tantissimi. Come del resto sono stati presi d’assalto i ristoranti della provincia che hanno proposto il classico spaghetto all’Amatriciana al prezzo simbolico di 5 euro, tenendone 3 per le spese e 2 come incasso, devolvendo il resto alle vittime del sisma. Generosa anche la reazione delle istituzioni. Il consiglio comunale ha organizzato una raccolta di beni di prima necessità, e Ferraioli è arrivato con quattro scatoloni di Levitra: ognuno la prima necessità la intende un po’ come vuole. E sempre dalla sala consiliare è arrivato un ulteriore, bellissimo segnale. L’altra sera, infatti, al termine della tradizionale asta del Fantacalcio che si svolge ogni inizio settembre a palazzo civico, l’assessore teenager Luca InErba, 19 anni compiuti giusto ieri (i compagni della seconda media gli hanno fatto una festa deliziosa) ha dichiarato che devolverà i fantamilioni avanzati alle popolazioni terremotate. “Quando siamo arrivati agli attaccanti mi si è stretto il cuore – ha spiegato a un vaccone di Sport Italia -, così ho preso a pochi spiccioli Traikovsky e altri due o tre con i nomi buffi, e ho deciso di tenere i fantamilioni avanzati, un’ottantina, per le vittime del sisma. Il sindaco ha detto che faceva uguale invece poi si è preso Higuain per 200 milioni e tutte le azioni Salt”.