CERN: scoperta ‘Giannini’, la particella che non decade mai

Incredibile scoperta al Cern di Ginevra, il più grande laboratorio di fisica delle particelle degli Stati Uniti. Il ricercatore italiano Damiano Lorenzini, giovanotto originario di Sarzana che lavora al Cern grazie a una borsa di studio pagata in Lindor, dopo aver fatto parte del team che ha individuato il Bosoni di Higgs, nota particella vitivinicola, nei giorni scorsi ha scoperto la ‘Particella Giannini’, molto particolare perché non decade mai. Decadere, come spiega Wiki, significa “la trasformazione di una particella elementare in uno o più oggetti differenti”, volendo anche una sedia, un Suv o – senza voler far polemica – il primo dei consiglieri non eletti del Movimento cinque stelle. Lorenzini, estremamente soddisfatto, ha rovesciato i becher graduati dell’anziano collega ricercatore avv. Mione e si è rimesso al lavoro con successo, fissando l’azoto. L’azoto si è offeso. Che elemento!

Omar Bozo