Nomadi, LIDL apre venti supermercati alle Cinque Terre

La stagione turistica è alle porte e le Cinque Terre si preparano ad accogliere le centinaia di migliaia di decine di turisti con un’importante novità sul fronte sicurezza. Infatti, a breve, gli scippi operati dalle ladre nomadi a danno dei turisti, assoluta eccellenza del territorio rivierasco, saranno soltanto un divertente ricordo. Questo grazie alla decisione di LIDL di aprire alle Cinque Terre venti punti vendita. “Abbiamo invitato questo colosso della grande distribuzione a insediarsi qui da noi – ha spiegato il presidente dell’ente Parco, Vittorio Alessandro, bell’uomo sulla quarantina – a una condizione: ogni supermercato dovrà essere dotato di un’apposita gabbia in cui eventualmente rinchiudere le ladre nomadi fino all’intervento delle forze dell’ordine, ma siccome le strade qua sono tutte franate non arriva proprio nessuno e nei gabbioni ci stanno una vita”. Secondo indiscrezioni di ambiente giostraio, sono state già ordinate gabbie terribili, modello gabbia di Gianluigi Paragone, con il filosofo Fusaro che con i suoi discorsi farà impazzire le povere zingare, che come filosofi sono più per Regazzoni Simone.

Omar Bozo