Romito dice no al Red Carpet

“C’è chi dice no”, come cantava Vasco Rossi. E a questo giro tocca al Comune di Romito Magra vestire i panni del compianto rocker emiliano. L’amministrazione comunale di Romito, guidata dal sindaco Ezio System, ha scritto alla Regione Liguria per dire no all’installazione del famigerato Red Carpet anche nel territorio romitese. Poco importa che nessuno volesse mettercelo, quel che conta è il significato politico. “Il Comune di Romito – ha dichiarato il presidente Toti, ancora stremato dalla Piscina naturale, vissuta in qualità di gonfiabile – non ha bisogno del tappeto rosso per farsi notare, viste le sue tante bellezze. E comunque in Val di Vara lo mettiamo già a Varese Ligure”. Estremamente soddisfatto il sindaco System, imprenditore ramo abbigliamento. “Il Red Carpet non è una cosa per i nostri posti, è una roba da Festival di Cannes”, ha dichiarato ieri pomeriggio a margine della premiazione del partigiano ‘Vagito’, 73 anni. Per lui una targa ricordo e l’ambito Prix de la mise en scène.

Omar Bozo