Spezia come Genova: “Rimettiamo cassonetti per multare chi ci fruga dentro”

“Reintrodurremo i cassonetti dell’immondizia in modo da multare i poveri che frugano nei cassonetti dell’immondizia”. Lo ha annunciato il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini, deciso a seguire il recente provvedimento dell’amministrazione comunale di Genova. “Non è un provvedimento né di destra né di sinistra – fanno sapere da Palazzo civico -, ma semplicemente un provvedimento di buon senso e di destra”. Nei prossimi giorni, inoltre, i vagabondi spezzini saranno equipaggiati con dei pratici badge per andare a rovistare anche nelle isole zonali. Immancabile la levata di scudi della sinistra (che poi è più di sinistra ‘questo’ Pd o la Lega che sta in mezzo alla gente?! Io penso il Pd nel complesso però vediamo). Il segretario Dem Pecunia ha definito la decisione di Palazzo civico “scandalosa, noi non faremmo mai cose così tranne Minniti, lui sì, grande Marco un saluto”, mentre il consigliere Melley ha parlato di “decisione eccessiva, per quanto la povertà sia una colpa”. Tutta l’opposizione ha infine accusato Peracchini di essere ostaggio della Lega, ma il primo cittadino ha negato dichiarando “mmmmm mmmm iuto mmm iutooo mmm”, poi gli han rimesso il cappuccio e via.

Paolo Frates