L’ex Br Curcio torna a Spezia e presenta il suo libro edito da Altaforte

Renatone Curcio, fondatore delle Br assieme a Ugo Tognazzi, la settimana prossima tornerà a Spezia per presentare il suo nuovo libro “L’amica ritrovata in un bagagliaio”, ancora una volta scritto con lo pseudonimo Elena Ferrante. Il testo è edito dalla casa editrice Altaforte, vicina a Casapound (due civici di distanza, in mezzo c’è un Despar). Sarà presentato a casa dell’assessore Paolo Asti che così poi si vanta che lui anche se non condivide le idee dà spazio a tutti perché è un numero uno, un mecenate ecc. conosciamo la persona. L’iniziativa fasciocomunista ha gettato nel panico la politica spezzina, che non sa se e come protestare. In confusione anche il sindaco della Spezia Pierluigi ha affermato che “è un’iniziativa disdicevole e non ci si nasconda dietro il fatto che viene organizzata in uno spazio privato perché gli spazi privati non esistono, tutto è del popolo e va collettivizzato subito”. In affanno anche il parroco di Piazza Brin don Francesco che ha deciso che farà suonare le campane nel senso di alcune signore di Avellino che hanno un trio d’archi. Pronti a manifestare senza esitazioni invece i liberali di Più Europa: “Ci faremo – spiegano -, scenderemo in piazza in massa tutti e sei”.